SEGUICI SU

Pubblicato il Corporate Responsibility Report 2020.

VGP NV, società paneuropea che possiede, sviluppa e gestisce parchi logistici e semi industriali di qualità, si impegna costantemente a implementare, con misure ampie ed ecologiche, la strategia di sostenibilità, puntando a raggiungere la neutralità carbonica entro il 2025. A tal fine, l'azienda si è posta nuovi e ambiziosi obiettivi e pubblica il suo secondo Corporate Responsibility Report.

Nello specifico, VGP ha condotto un'analisi completa delle emissioni di carbonio per valutare meglio l'impatto sul clima delle sue attività. Sulla base degli standard internazionali per la contabilizzazione dei gas serra previsti dal protocollo GHG, ha definito diversi step che permetteranno all'azienda di conquistare la neutralità carbonica entro il 2025. Inoltre si impegna a ridurre le emissioni di gas a effetto serra Scope 1 e 2 del 50% entro il 2030 dall'anno base 2018. Nel Corporate Responsability Report, appena pubblicato, l’azienda illustra inoltre in modo esaustivo il suo approccio alle emissioni Scope 1-3, parte della sua ampia strategia di sostenibilità e delle azioni che raggiungeranno il traguardo emissioni zero.

Nata come un’impresa familiare capace di connettere i settori delle costruzioni, della logistica, l’industria e i trasporti, VGP intende apportare un contributo incisivo a favore di un’economia più sostenibile e per un uso più consapevole delle risorse naturali.

Jan Van Geet, CEO di VGP, ha dichiarato: “Il nostro impegno a diventare carbon neutral entro il 2025 è per me una priorità fondamentale. Vorrei realizzare tutti i cambiamenti ad oggi possibili al fine di preservare al meglio le risorse esistenti per le prossime generazioni. Inoltre, sono convinto che tutte le nostre azioni verso un futuro più sostenibile avranno un impatto positivo e rafforzeranno i nostri legami con tutti gli stakeholder: conduttori, amministrazioni locali, investitori, partner commerciali e dipendenti”.

Il Corporate Responsibility Report 2020 di VGP sottolinea i progressi e l'impegno dell'azienda nel consolidare gli sforzi di sostenibilità portati avanti giorno dopo giorno durante la pandemia di COVID-19. La salvaguardia della salute e del benessere dei suoi dipendenti è stata una priorità assoluta nel 2020, garantendo allo stesso tempo che l’emergenza sanitaria avesse un impatto minimo sull’avanzamento della costruzione dei parchi VGP.

Un altro passo importante, sulla strada verso la neutralità carbonica, è stato l’incremento degli sforzi rispetto alla certificazione BREEAM (Building Research Establishment Environmental Assessment Method), che è stata riconosciuta al 35% del portfolio, così come la notevole espansione della capacità di generazione di energia verde del business di VGP Renewable Energy a 42,5 MWp, con ulteriori 53,3 MWp in programma. La Fondazione VGP, nata nel 2019, ha ricevuto un contributo di 3 milioni di euro da VGP nel 2020 e ha scelto 16 progetti iniziali, per i quali è stato stanziato oltre 1 milione di euro. Inoltre, VGP si è impegnata a disporre un ulteriore contributo di 4 milioni di euro per il 2021.

VGP è una delle principali società paneuropee che possiede, sviluppa e gestisce parchi logistici e semi industriali di alta qualità. VGP gestisce un modello di business completamente integrato con capacità e competenze consolidate in tutte le fasi del progetto. L'azienda ha un portfolio di terreni (di proprietà o già assegnati) di 7,65 milioni di m² e la strategia si focalizza sull’espansione di business park. Fondata nel 1998 nella Repubblica Ceca come impresa di sviluppo immobiliare a conduzione familiare, oggi VGP conta uno staff di oltre 260 dipendenti e possiede e gestisce asset in 12 Paesi europei direttamente e tramite le joint venture. A dicembre 2020, il Gross Asset Value di VGP, incluse le joint venture al 100%, ammontava a 3,84 miliardi di euro e la società aveva un Net Asset Value (EPRA NAV) di 1,35 miliardi di euro. VGP è quotata all'Euronext di Bruxelles e alla Borsa di Praga.