SEGUICI SU

I sistemi di ricarica Fronius migliorano l'operatività di Behrens-Wöhlk.

Ricarica contemporanea dei carrelli senza picchi di potenza.

Per assicurare una fornitura tempestiva ai propri clienti, Behrens-Wöhlk deve poter contare su una logistica efficiente e affidabile, soprattutto nel magazzino centrale di Drensteinfurt, nella Renania Settentrionale-Vestfalia. I sistemi di ricarica utilizzati in passato hanno causato parecchi disservizi a causa dei picchi di corrente che interferivano periodicamente con l'operatività del magazzino e comportavano costi ingenti per ripristinarla. Fronius Perfect Charging, con i suoi caricabatterie Selectiva, ha risolto questa criticità consentendo al Gruppo Behrens di risparmiare notevolmente sui costi e di prolungare la durata delle loro batterie da trazione.

Nell'immenso magazzino centrale di BERO Holzhandelsgesellschaft GmbH, a Drensteinfurt bei Münster, si trovano prodotti in legno di tutti i tipi; mentre nella vicina sede di Seiling GmbH & Co. KG, ad Ahlen, si trovano materiali edili e una vasta gamma di accessori. Ciò che colpisce quando si accede alle due sedi è il silenzio degli ambienti, nonostante i numerosi carrelli elevatori che percorrono incessantemente le corsie dei magazzini e l'assenza di odore di diesel che spesso si percepisce all'esterno dei centri di movimentazione merci.

Le due aziende fanno parte del Gruppo Behrens che, con le sue 14 sedi in totale, è uno dei principali grossisti di legno ed elementi costruttivi della Germania. Per il Gruppo Behrens lavorano circa 850 dipendenti, generando un fatturato di circa 250 milioni di euro all'anno. Il settore sta andando a gonfie nonostante il coronavirus, racconta Andreas Jedamzik: "Non abbiamo registrato cali di fatturato dall'inizio dell'emergenza sanitaria." Si continua a costruire e, durante i periodi di lockdown e restrizione degli spostamenti, si ristruttura addirittura più del solito.

Il Gruppo Behrens punta sulla sostenibilità

Andreas Jedamzik è il responsabile del parco veicoli presso il Gruppo Behrens e si occupa della flotta di autocarri e carrelli per trasporti interni. Il Gruppo impiega 115 carrelli elevatori. Nella sede di Drensteinfurt 16 di essi sono elettrici - tra modelli a presa laterale e macchine speciali per il commissionamento - e vengono utilizzati per la movimentazione delle merci (talvolta dal peso di tonnellate) dalla zona di ricevimento al magazzino e da lì alla spedizione. "Per noi la sostenibilità è particolarmente importante", spiega Jedamzik. "Per i nostri autocarri utilizziamo motori moderni e dai consumi ridotti, che ci consentiranno di passare alla tecnologia a idrogeno nel prossimo futuro." E per i carrelli elevatori? "L'alimentazione del nostro parco veicoli è per il 40% elettrico e puntiamo a portarlo al 90% entro il 2022, così da diventare il primo grossista in Germania per numero di carrelli elettrici in uso." Il Gruppo Behrens è un pioniere del settore anche in questo senso.

Dentro e fuori il magazzino di Drensteinfurt tutti i carrelli elevatori elettrici sono azionati da batterie al piombo-acido. "Per noi questo tipo di alimentazione presenta numerosi vantaggi", spiega Marcel Gerwin, direttore della vicina sede di Ahlen: "I carrelli elevatori sono veloci, potenti e non producono né rumore né gas di scarico. I motori diesel, invece, liberano particelle di nerofumo che si posano sul legno, sporcandolo." Inoltre Gerwin è entusiasta della rinnovata disponibilità della sua flotta: "I carrelli elevatori lavorano tutto il giorno senza problemi, vengono caricati di notte e sono di nuovo pronti per l'uso il giorno dopo."

Nel magazzino centrale di Drensteinfurt, invece, l'impiego prolungato e i carichi elevati rendono necessarie batterie di ricambio per molti dei veicoli in uso. Le stazioni di ricarica del Gruppo Behrens sono state interamente attrezzate con i sistemi di ricarica Fronius: 101 caricabatterie del modello Selectiva 8120 e 2 del modello Selectiva 8160 consentono la carica efficiente e affidabile delle batterie per i carrelli. "Ormai sono diventati una componente importante e fondamentale della nostra intralogistica", sottolinea Jedamzik.

Le interferenze dei sistemi di ricarica precedenti

In passato l'azienda impiegava vari caricabatterie ad alta frequenza (AF) di altri produttori e riscontrava continuamente problemi. "Causavano interferenze di frequenza nella nostra rete elettrica", ricorda Jedamzik. "quando collegavamo più carrelli contemporaneamente per ricaricarli. L'elevato fabbisogno di corrente all'inizio della fase di carica mandava in tilt la nostra rete IT, costringendoci a chiamare continuamente i nostri tecnici per interventi straordinari." Tutto questo comportava notevoli limitazioni all'operatività e importanti costi superflui – una situazione non più tollerabile.

Jedamzik aveva sentito parlare dell'efficienza e affidabilità dei caricabatterie Fronius e decise di provarli. Già durante i primi test è stato possibile ridurre sensibilmente le interferenze. Questo grazie al processo di carica Ri appositamente sviluppato da Fronius per evitare i picchi di potenza e ripartire uniformemente la richiesta di energia sull'intera durata della carica. Inoltre, tutti i caricabatterie sono dotati della funzione Calendario che consente di specificare l'orario esatto in cui avviare la carica. "I sistemi di ricarica Fronius consentono di programmare la carica dei carrelli elevatori in orari diversi, prevenendo così i tanto temuti picchi di corrente che si verificavano alla fine dei turni di lavoro", spiega Matthias Leibold, esperto del Supporto Tecnico presso Fronius Perfect Charging. Questa soluzione ha soddisfatto le aspettative del Gruppo Behrens, che ha adottato le soluzioni Fronius in tutti i suoi magazzini.

Minori consumi di energia e maggior durata delle batterie

I caricabatterie Fronius Selectiva offrono ulteriori vantaggi: infatti, grazie al processo di carica Ri, si evitano i picchi di potenza e si migliora anche l'efficienza energetica complessiva del reparto intralogistico. Diversamente dagli altri processi, quello brevettato da Fronius è in grado di adattarsi alla resistenza interna (Ri) di ogni batteria collegata, andando così a caricarla nel mondo più efficiente e corretto possibile. "Ogni processo di carica è diverso dagli altri perché le caratteristiche della batteria collegata cambiano di volta in volta; i dispositivi Fronius riconoscono automaticamente lo stato di carica ed erogano esattamente la quantità di energia necessaria", spiega Leibold. "In questo modo si riducono il consumo di energia elettrica e il surriscaldamento delle batterie, prolungandone la durata fino al 30% e preservandone più a lungo anche la capacità." Il Gruppo Behrens è così in grado di risparmiare sui costi di gestione, grazie alla riduzione del consumo di energia e alla minor frequenza con cui dovranno essere sostituite batterie – un ulteriore aspetto positivo per l'azienda attenta alla sostenibilità. "Il rilevamento automatico della tensione ci consente inoltre di collegare liberamente ogni batteria a qualsiasi caricabatterie", aggiunge Jedamzik. "Questo semplifica la gestione delle batterie e assicura contestualmente un'elevata qualità della carica, una maggiore disponibilità dei carrelli e levatori e una più bassa frequenza di guasti dei dispositivi."

La nuova tecnologia di Fronius consente anche di fare a meno della circolazione dell'elettrolita di cui erano dotati i primi caricabatterie. "Molti produttori la offrono come dotazione aggiuntiva", spiega Matthias Leibold. "Mentre il processo di carica Ri, da solo, offre gli stessi vantaggi senza costi aggiuntivi: infatti, mantiene bassa la temperatura durante la carica, prolunga la durata delle batterie e riduce il consumo di energia elettrica, eliminando i costi di acquisto e di esercizio delle pompe di circolazione." Questo processo rivoluzionario è molto apprezzato anche dagli operatori perché, consumando meno acqua, riduce la frequenza di rabbocco delle batterie. "Così facendo risparmiamo tempo e, nel corso degli anni, anche denaro. Inoltre, le batterie sono più protette dall'essiccazione", sottolinea Jedamzik. "I caricabatterie Fronius ci hanno convinto sotto ogni punto di vista; per questo li abbiamo adottati in tutte le nostre sedi."

Produrre l'energia elettrica per i carrelli elevatori con il fotovoltaico

La collaborazione tra il Gruppo Behrens e Fronius prosegue. L'azienda specializzata in materiali in legno ha già installato impianti fotovoltaici presso alcune delle proprie sedi. "Il nostro obiettivo è di riuscire ad autoprodurre una parte consistente dell'energia elettrica che ci serve – un altro aspetto fondamentale della nostra strategia di sostenibilità", spiega Jedamzik. Anche gli inverter dell'impianto fotovoltaico sono a marchio a Fronius. "Anche qui a Drensteinfurt installeremo un impianto fotovoltaico, proseguendo il nostro impegno per uno sviluppo più sostenibille", afferma Jedamzik anticipando i progetti per il prossimo futuro dell'azienda. "E anche qui ci saranno gli inverter Fronius." BERO potrà così utilizzare l'energia elettrica autoprodotta direttamente per ricaricare le batterie della sua flotta di carrelli elevatori, risparmiando ulteriormente sui costi per l'energia elettrica. "L'intelligente soluzione tutto in uno, che ci consentirà di risparmiare sui costi e contemporaneamente anche di ridurre l'impatto ambientale della nostra azienda, ci ha totalmente convinto", afferma con estrema soddisfazione il responsabile del parco veicoli.

Fronius International GmbH è un'azienda austriaca con sede a Pettenbach e altri stabilimenti a Wels, Thalheim, Steinhaus e Sattledt. Fondata nel 1945 da Günter Fronius, l'azienda gode ormai di una lunga tradizione e nel 2020 celebra il suo 75º anniversario. Nata come impresa individuale regionale, nel corso del tempo è diventata un attore globale con oltre 5.440 collaboratori in tutto il mondo e oggi opera nei settori delle tecniche di saldatura, del fotovoltaico e delle tecnologie di ricarica. Grazie a 34 società internazionali Fronius e a partner commerciali/rappresentanti in oltre 60 Paesi, la quota di esportazione raggiunge il 93%. L'innovazione dei prodotti e dei servizi offerti nonché 1.264 brevetti rilasciati fanno di Fronius il leader dell'innovazione sul mercato mondiale.

 Nella foto sotto: La sostenibilità è particolarmente importante per il Gruppo Behrens – per questo la maggior parte dei carrelli per trasporti interni impiegati presso le sue sedi è ad azionamento elettrico.

 

fronius