SEGUICI SU

Per l'acquisto di macchinari per la terapia intensiva per un valore di 50 mila euro. 

Fratelli Polli S.p.A. ha donato macchinari per la terapia intensiva per un valore di 50mila euro all’Ospedale San Jacopo di Pistoia, dove medici e infermieri lavorano ogni giorno per contenere l’emergenza Coronavirus.

L’azienda vuole così essere in prima linea nel sostegno al territorio in questo momento particolarmente delicato. Grazie al contributo di Polli, sono state acquistate 10 pompe a siringa per infusione, strumenti di ultima tecnologia fondamentali per i reparti di terapia intensiva degli ospedali. Questo il sostegno concreto dell’azienda alle persone del territorio dove si trova da 100 anni e al quale è legato da una storia comune.

“L’azienda sente un forte senso di responsabilità nei confronti del territorio e dei consumatori. – dichiara Manuela Polli. Questo il motivo della donazione e della scelta di continuare in modo regolare le attività aziendali, per garantire agli italiani la presenza dei nostri prodotti sugli scaffali della distribuzione dando loro una certezza e, perché no, anche un pizzico di conforto. In un momento così difficile siamo tutti chiamati a fare la nostra parte: per noi mantenere gli stabilimenti in attività significa anche tutelare i nostri operatori, persone del territorio, che vedono così garantita la continuità lavorativa. Crediamo – conclude Polli – che la cosa più importante ora sia che il Paese rimanga unito e coeso, con lo sguardo rivolto al futuro”.

La produzione negli stabilimenti Polli e la distribuzione in tutta Italia continuano infatti in modo regolare, nel pieno rispetto delle indicazioni istituzionali e nella completa sicurezza degli alimenti e del personale.

Fratelli Polli S.p.A. è un’azienda leader in Italia nel settore delle conserve vegetali. È guidata da Marco Fraccaroli, CEO del gruppo, e dalla 6° generazione della famiglia rappresentata da Manuela Polli, erede dell’imprenditore che nel 1872 diede vita all’attività commerciale. Con 24mila tonnellate di verdure lavorate all’anno, pari a 110 milioni di unità di vendita prodotte nei 4 stabilimenti di Monsummano Terme (PT), Eboli (SA), Lozzo Atestino (PD) e Hijos (Siviglia, Spagna), Polli ha chiuso il 2019 con 105 milioni di fatturato netto. Dal 2018 Polli può contare su 3 filiali commerciali europee in Germania, Francia e UK. Ad oggi esporta in 54 Paesi in tutto il mondo.