SEGUICI SU

FederBio, il biologico tutela la salute dell’uomo e del Pianeta.

“Coltivare, nutrir, preservare. Insieme. Le nostre azioni sono il nostro futuro”. Questo il tema centrale della Giornata mondiale dell’alimentazione istituita dalla FAO, Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura, che si festeggia venerdì 16 ottobre.

In occasione di questo importante evento, FederBio sottolinea come in un periodo come quello attuale, fortemente segnato dalla crisi sanitaria legata al coronavirus, sia ancora più evidente la profonda correlazione tra la salute dell’uomo e quella dell’ambiente.

La Federazione promuove da sempre la necessità di adottare un modo più etico di produrre e consumare cibo. L’utilizzo di paradigmi più sostenibili nelle filiere produttive risponde peraltro a una crescita significativa della sensibilità dei cittadini che, in misura sempre maggiore, indirizzano le loro scelte d’acquisto verso quei prodotti in grado di offrire garanzie per la salute, la sostenibilità ambientale e che, al tempo stesso, rispondano a principi di equità sociale con il riconoscimento del giusto prezzo. La bioagricoltura è l'unico approccio in grado di conciliare sostenibilità economica, sociale e ambientale, dimostrandosi efficace nel contrasto al cambiamento climatico e nella tutela della biodiversità, oltre a rappresentare una concreta opportunità di sviluppo per i territori rurali e per l’occupazione.

“Quest’anno la Giornata mondiale dell’alimentazione si celebra a pochi giorni dall’assegnazione del premio Nobel per la Pace al World Food Programme dell’Onu, un riconoscimento che rappresenta un segnale etico importante anche dal punto di vista ambientale, economico e sociale. Rappresenta anche un’esortazione verso una sana e corretta alimentazione che evita gli sprechi, tesa alla conservazione della biodiversità e al sostegno ai piccoli produttori agricoli. Occorre una nuova visione dell’agricoltura e proprio la FAO indica l’approccio agroecologico come l’innovazione strategica che può contribuire al processo di trasformazione verso sistemi alimentari equi e sostenibili e migliorare la produzione di cibo mondiale. Per le sue caratteristiche l’agroecologia rappresenta l’agricoltura del futuro, in grado di preservare il Pianeta e di nutrire il mondo”, ha affermato Maria Grazia Mammuccini, Presidente di FederBio.