SEGUICI SU

Lavazza ha deciso di supportare le Associazioni Sportive Dilettantistiche (ASD) di tutta Italia.

In partnership con Sport e Salute, l’azienda presenta “Lavazza per lo sport”, progetto che offre un forte contributo allo sviluppo di realtà sportive territoriali al fine di favorire la ripresa della sana attività fisica di una grossa parte della popolazione italiana.

12 milioni di tesserati, 450.000 collaboratori sportivi per circa 100.000 ASD/SSD: numeri significativi che nello sport di base sono rappresentanti da tanti giovani atleti; a questi va ad aggiungersi la comunità di appassionati che, anche se non partecipa direttamente all’attività sportiva, condivide emozioni e passione con i praticanti di tantissime discipline.

Lavazza crede nel valore formativo dello sport come pratica educativa che favorisce socialità, lealtà, rispetto della persona e delle regole: è parte integrante della storia aziendale il supporto alle più prestigiose realtà sportive locali e internazionali. Con il progetto Lavazza per lo sport l’azienda scende in campo concretamente a fianco di Sport e Salute per sostenerla nella promozione dello sport dilettantistico con una funzione educativa e sociale. Il progetto intende contribuire alla crescita delle nuove generazioni,da cui forse emergeranno anche i Campioni di domani, e coinvolge l’intera comunità sportiva, dando voce anche a coloro che, con il loro sostegno, mantengono vivo l’associazionismo dilettantistico.

“In questi anni l’impegno di Lavazza nello sport è cresciuto in modo significativo, conquistando anno dopo anno i tanti appassionati nei più prestigiosi contesti internazionali. Oggi siamo pronti ad affrontare una nuova sfida sostenendo le migliaia diassociazioni e società sportive dilettantistichein difficoltàper la grave crisi dovuta alla pandemia che ha colpito lo sport a tutti livelli, ma soprattutto quello di base - commenta Igor Nuzzi, Regional Director Italia e Svizzera del Gruppo Lavazza. Con il progetto “Lavazza per lo sport” vogliamo essere vicini agli sportivi favorendo la ripresa dell’attività di gruppoo individuale affinché questa possa di nuovo rappresentare un momento sociale centrale nella loro vita. Penso principalmente ai più giovani che,in questo ultimo anno, hanno dovuto rinunciare alla pratica delloro sport preferitocon gli amici, e ai loro familiari che potranno finalmente tornare a seguirli emozionati.”

“Non poteva esserci partner migliore per la nostra Società – sottolinea Vito Cozzoli, amministratore delegato e presidente di Sport e Salute S.p.A. - perché Lavazza è più di uno sponsor e ha dimostrato con i fatti di volersi impegnare per lo sport di base, un palcoscenico fatto di passioni ed emozioni almeno quanto quelli professionistici. Lo sport di tutti e per tutti è stato molto colpito dalla pandemia. Ma Sport e Salute SpA, con Lavazza al suo fianco, ha l’obiettivo di rilanciare l’associazionismo, che è l’ossatura del sistema sportivo italiano. Un impegno concreto per una fondamentale funzione educativa e sociale che Sport e Salute condivide. Tanti sono i campioni e i giovani talenti come Claudio Marchisio, Martina Rosucci e altre promesse del mondo dello sport che oggi trovano un nuovo terreno di gioco scegliendo di sostenere il progetto “Lavazza per lo sport” e di farsi portavoce del messaggio di supporto alle ASD di tutta Italia. La storia di tante promesse sportive ha avuto inizio proprio in una associazione sportiva e, grazie al proprio talento e all’impegno costante nella propria disciplina, è diventata una storia di successo in tutto il mondo”.

Dal 3 Agosto, grazie al progetto “Lavazza per lo sport” le Associazioni Sportive Dilettantistiche italiane potranno aggiudicarsi buoni per attrezzature e abbigliamento sportivo del valore complessivo di 100.000€grazie a un contest che consentirà agli acquirenti dei prodotti Lavazza di supportare attraverso un meccanismo di voto virtuale la propria ASD/SSD preferita. Ciascuna ASD potrà mettersi alla prova attraverso una serie di TikTok challenges sfidando le altre associazioni con l’obiettivo discalare la classifica nazionale e ottenere il maggior numero di voti.

I dettagli dell’iniziativa rivolta alle ASD sono disponibili sulla pagina: www.lavazza.it/lavazzaperlosport

Lavazza, fondata a Torino nel 1895, è un'azienda italiana produttrice di caffè di proprietà dell’omonima famiglia da quattro generazioni. Fra i principali torrefattori mondiali, il Gruppo è presente in oltre 140 Paesi attraverso consociate e distributori, con il 70% dei ricavi realizzato all’estero e impiegando complessivamente oltre 4 mila persone. Fanno parte del Gruppo Lavazza le aziende francesi Carte Noire ed ESP (acquisite rispettivamente nel 2016 e nel 2017), la danese Merrild (2015), la canadese KickingHorse Coffee (2017), l’italiana Nims (2017) e il business dell’australiana Blue Pod Coffee Co. (2018). Alla fine del 2018, a seguito di acquisizione, è stata creata la Business Unit Lavazza Professional, che comprende i sistemi Flavia e Klix, attivi nel settore dell’Office Coffee Service (OCS) e del Vending. Sport e salute S.p.A. Sport e Salute S.p.A. è la Società pubblica italiana che si occupa dello sviluppo dello sport in Italia, fornendo servizi di carattere generale.

Sport e Salute è la Società dello Stato e la struttura operativa del Governo nella politica pubblica sportiva per la promozione dello sport di base e dei corretti stili di vita. La Società offre un’ampia gamma di servizi ed organizza una serie di attività finalizzate a promuovere lo sport di base, i corretti stili di vita, incrementare la pratica sportiva e valorizzare il ruolo di territorio, scuola, volontariato, federazioni, associazioni e società sportive dilettantistiche. Durante l’emergenza sanitaria causata dal Covid-19, da marzo a dicembre 2020 la Società è stata impegnata sull’istruttoria, l’erogazione e la rendicontazione delle indennità a favore dei collaboratori sportivi, previste dai decreti legge “Cura Italia” e “Ristori”, così come stabilito dal Ministro dell’Economia e delle Finanze di concerto con il Ministro per le Politiche giovanili e lo Sport. Oltre 545 milioni di euro sono stati erogati dalla Società e sono stati censiti 209 mila collaboratori sportivi di cui 164 mila hanno ricevuto il bonus. Presidente e amministratore delegato è l’avvocato Vito Cozzoli.