SEGUICI SU

I clienti possono compensare le loro emissioni di Co2.

Ryanair ha annunciato il lancio del suo calcolatore di carbonio, un nuovo strumento digitale che consentirà ai consumatori di compensare le proprie emissioni del volo Ryanair. Questa nuova funzionalità calcolerà le emissioni di carbonio per passeggero su ogni rotta Ryanair e consentirà ai clienti di pagare l'intero costo del carbonio del loro volo contribuendo alle iniziative ambientali.

Con questo strumento, Ryanair espande il suo programma di compensazione del carbonio che attualmente consente ai clienti di contribuire con € 2 ai progetti di compensazione del carbonio. Questi contributi supportano diverse iniziative ambientali, tra cui Renature Monchique, un progetto di riforestazione in Algarve; la distribuzione di cucine ad alta efficienza energetica in Uganda da parte di First Climate; Il progetto della centrale eolica di Balikesir in Turchia e il miglioramento dei regimi di cucina in Malawi alimentati da CO2 Balance (gli ultimi due in collaborazione con Shell).

Dall'inizio del programma volontario di compensazione del carbonio di Ryanair, i clienti hanno contribuito con oltre 3,5 milioni di euro a progetti ambientali e Ryanair ritiene che l'espansione del suo programma di compensazione del carbonio sarà molto apprezzato dai suoi clienti in tutta Europa. Ryanair ha già le più basse emissioni di CO2 per passeggero/km di qualsiasi altra grande compagnia aerea in Europa (66g) e scegliendo Ryanair, i passeggeri possono ora ridurre ulteriormente le proprie emissioni di Co2.

Sebbene le emissioni di CO2 per passeggero/km di Ryanair siano già le più basse di qualsiasi altra grande compagnia aerea dell'UE, la stessa ritiene che l'aviazione debba svolgere un ruolo di primo piano nell'affrontare il cambiamento climatico e sta ponendo una maggiore enfasi sulla mitigazione dell'impatto della sua attività sull'ambiente. Entro il 2030, l'obiettivo di Ryanair è quello di alimentare il 12,5% dei suoi voli con carburanti per aviazione sostenibili: questo, insieme all'investimento di 22 miliardi di dollari nel nuovo aereo Boeing 737 8-200 "Gamechanger", ridurrà significativamente le sue emissioni di CO2 e rumore nel prossimo decennio e aiuterà Ryanair a raggiungere il suo obiettivo di essere una compagnia aerea a emissioni zero entro il 2050.

Thomas Fowler, Director of Sustainability Ryanair, ha dichiarato: “Centinaia di migliaia di clienti Ryanair ogni anno stanno già scegliendo di contribuire e sostenere l'ambiente selezionando il contributo di carbonio al momento della prenotazione. L'espansione del nostro programma di compensazione del carbonio per consentire ai nostri clienti di compensare completamente la CO2 del loro volo Ryanair migliorerà notevolmente le capacità di ciascuno dei nostri partner ambientali che stanno lavorando attivamente ai programmi di compensazione del carbonio. La sostenibilità e l'impatto ambientale sono considerati in ogni decisione aziendale presa in Ryanair e siamo davvero impegnati a essere una compagnia aerea a zero emissioni di carbonio entro il 2050. Ryanair ha la flotta più giovane di qualsiasi grande compagnia aerea e questo si migliorerà ulteriormente ora che abbiamo preso in consegna il nostro primo Boeing 737-8200 'Gamechanger' – che è più efficiente in termini di consumo di carburante [bruciando il 16% in meno di carburante per posto]; ridurrà le emissioni acustiche del 40% e avrà 8 posti a sedere in più per aeromobile. Ryanair ha fissato l'obiettivo di alimentare il 12,5% di tutti i voli con carburanti per aviazione sostenibili entro il 2030, avendo recentemente annunciato una partnership con il Trinity College di Dublino per impegnarsi in una ricerca di prim'ordine su questo. Operiamo solo rotte da punto a punto, abbiamo fattori di carico leader del settore e siamo lieti di aver già rimosso oltre l'80% della plastica non riciclabile dai nostri voli. Ryanair si impegna a diventare una compagnia aerea a zero emissioni di carbonio entro il 2050 e l'espansione del nostro schema di compensazione aprirà ulteriormente la nostra strada per raggiungere questo obiettivo, aiutando i nostri partner ambientali a promuovere i loro programmi di riduzione delle emissioni di carbonio".