SEGUICI SU

In occasione della conferenza Cop-26 di Glasgow, l'azienda ha ribadito la necessità di operare concretamente nel rispetto per l’ambiente e delle risorse marine.

Mare Aperto Foods e la casa madre Jealsa sono impegnate già da tempo a conformare le proprie attività agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) tracciati dall’ONU nella sua Agenda 2030. Nello specifico, Jealsa contribuisce a 15 dei 17 SDGs, come per esempio:

· SDG n. 3 - “Garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti a tutte le età”

Mare Aperto produce conserve alimentari di qualità, sane e sicure, nel pieno rispetto delle normative e degli stringenti standard industriali IFS e BRC, oltreché in ottemperanza allo standard ISO 9001. L’azienda, inoltre, ha ampliato la sua offerta con proposte innovative come il tonno “Leggero”, o “Basso in Sale”, o, ancora, con “la giusta quantità di olio o di acqua minerale”, che permette di preservare il sapore dei prodotti ma è migliorativa in un'ottica di sostenibilità, praticità e integrazione nei regimi dietetici e negli stili di vita dei consumatori.

· SDG n. 7 “Energia pulita ed accessibile” e 13 – “Agire per il clima”

Dal 2019, grazie all’energia generata dai parchi eolici propri e partecipati, l’azienda ha annunciato di aver portato a compensazione la totalità delle sue emissioni di CO2 grazie al fatto che sia possiede direttamente sia partecipa allo sfruttamento di parchi eolici che raggiungono una potenza installata di 190MW. Altri investimenti rilevanti in ottica di produzione sostenibile hanno riguardato la riduzione nell’uso delle materie plastiche e dell’impronta idrica. Il Sistema di Gestione Ambientale rispetta i requisiti della norma ISO 14001.

· SDG n. 12 - “Garantire modelli di consumo e produzione sostenibili”

Tra i progetti che concorrono al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda ONU 2030, spicca il supporto al progetto Patto contro lo Spreco Alimentare promosso da Too Good To Go. Si tratta di un’alleanza virtuosa che mira ad abbattere gli sprechi alimentari nei prossimi anni con azioni e iniziative concrete a tutti i livelli della filiera agroalimentare. Jealsa, inoltre, è un’eccellenza nell’industria conserviera europea per essersi strutturata per integrare il recupero e la valorizzazione del 100% della materia prima nella sua produzione attraverso un proprio ecosistema di aziende specializzate: le parti del pescato non destinate all’alimentazione umana sono recuperate e trasformate in prodotti di alta qualità, destinati a diversi mercati come l’acquacoltura, il pet food e l’industria cosmetica. Riguardo al confezionamento, inoltre, l’azienda utilizza solo packaging riciclabile e il cartoncino dei cluster è certificato FSC come proveniente da foreste gestite responsabilmente.

· SDG n. 14 - “Conservare e utilizzare in modo sostenibile gli oceani, i mari e le risorse marine”

Mare Aperto e Jealsa hanno acquisito la leadership in materia di sostenibilità nel comparto delle conserve ittiche in virtù del loro rigore nel garantire che la materia prima impiegata nelle loro conserve ittiche provenga esclusivamente da fonti di approvvigionamento sostenibile e non dalla cosiddetta IUU - pesca illegale non dichiarata né regolamentata. A riprova di ciò figurano l’affiliazione all’International Seafood Sustainability Foundation (ISSF) e l’ottenimento delle certificazioni volontarie Marine Stewardship Council (MSC), Friends of the Sea (FOS) e Atún de Pesca Responsable (APR), che impongono standard particolarmente rigorosi e sfidanti alle attività svolte dalle flotte dei pescherecci. In particolare, nell’ultimo anno il gruppo ha ottenuto per la sua flotta di pescherecci la certificazione MSC per la pesca del tonno Skipjack realizzata su banchi liberi nell’Atlantico, la quale si aggiunge a quella già ottenuta per il tonno a pinne gialle.

Jealsa ha, inoltre, sottoscritto il protocollo Dolphin Safe e stretto alleanze con la Sustainable Fisheries Partnership, la International Pole & Line Foundation e la Global Ghosh Gear Initiative, organizzazioni che promuovono la diffusione di buone pratiche di pesca sostenibile.