SEGUICI SU

Sostenibilità ambientale, ma anche economica e sociale

I costi della sostenibilità possono tradursi in un vantaggio competitivo, ma occorre combinare tre aspetti: la sostenibilità ambientale, economica e sociale. Le filiere agricole si fanno carico da decenni di progetti che puntano a ridurre i consumi di acqua e a dimezzare l’utilizzo degli agro farmaci. "Questi investimenti, però, devono essere affrontati da tutti i soggetti della filiera, altrimenti si traducono in un peso gravoso solo in capo ai produttori - afferma Maurizio Gardini, Presidente di Confcooperative.

Video collegato

Comunicare la sostenibilità richiede profondità, tempo e chiarezza

La cartina tornasole della sostenibilità è avere un conto economico in ordine mettendo in fila tutti gli elementi che rispondano al lavoro ed ai costi del produttore, al distributore al consumatore. Una spirale che ha bisogno di esser ricostruita nell’interesse di tutti. "C’è domanda di semplicità da parte del consumatore. Nell’ultimo decennio abbiamo assistito ad un cambio della percezione delle persone, dovuto a mio avviso all’irruzione del mondo digitale nella via di tutti noi, dove tutto è velocizzato, tutto deve avvenire subito" - dichiara Maura Latini, Amministratore Delegato di Coop Italia.

Video collegato

La visione della sostenibilità è ancora parziale all’interno delle Commissioni UE

Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti, sottolinea l'importanza di agire con una visione di insieme nel rispetto della “reciprocità” ed una regolamentazione adatta ed adattabile a tutti i paesi membri della UE. Manca una visione di insieme della sostenibilità, tra agricoltura, industria delle lavorazioni e distribuzione all’interno delle Commissioni UE. Per questo è importante fare sentire il valore della qualità italiana, che passa attraverso il grande lavoro dell’agricoltura.

Video collegato